Grammatica storica delle arti figurative - Grand Format

Edition en italien

Andrea Pinotti

(Directeur de publication)

Note moyenne 
Aloïs Riegl - Grammatica storica delle arti figurative.
In una civiltà come la nostra attuale in cui, come scrive Sergio Bettini, "l"`e-sistere" prevale sull"`essere" (l'attività pratica sulla contemplazione... Lire la suite
41,30 € Neuf
Expédié sous 2 à 4 semaines
Livré chez vous entre le 12 février et le 26 février
En librairie

Résumé

In una civiltà come la nostra attuale in cui, come scrive Sergio Bettini, "l"`e-sistere" prevale sull"`essere" (l'attività pratica sulla contemplazione eidetica, la "politica" sulla "filosofia" ecc.), anche nella struttura dei linguaggi artistici il "tempo" prevale sullo "spazio", l"`espressionismo" prevale sull"impressioni-smo" ... le arti "industriali" o applicate, e l'architettura, prevalgono sulla scultura delle "statue" e sulla pittura dei "quadri" (la differenza "classica" tra grande arte ed arti minori si attenua fino a scomparire)", in un'epoca che, dunque, invoca più che mai categorie adeguate per essere in grado di comprendere se stessa, i contributi degli storici dell'arte della Scuola di Vienna e in particolare del suo esponente centrale Alois Riegl (1858-1905) restano tuttora un patrimonio pressoché intatto, tutto da spendere.
Riegl è noto, appunto, per avere affinato gli strumenti atti a mettere a fuoco il potenziale espressivo dei periodi abitualmente definiti di "decadenza ", scardinando dalle fondamenta ogni vulgata in cui fanno da guida il culto per il "classico" o per la creatività autoriale. Resta paradigmatico, a riguardo, il suo studio sull'artigianato artistico di Industria artistica tardoromana (1901), che fa seguito alla sua celebre indagine storico-teorica sull'ornamento dei Problemi di stile (1893).
Nel presente lavoro, tradotto qui in entrambe le sue versioni peraltro mai pubblicate in vita dall'autore (1897-1899), si affronta il senso del processo artistico sulla scorta del confronto dell'uomo con la natura, dove però non si tratta di imitare la natura (anzi, per Riegl, quanto più è perfetta l'imitazione, tanto più l'opera fallisce), ma di competere con essa e migliorarla. In questo quadro - che varia nel tempo e in base al quale vengono rilette in una vertiginosa rassegna tutte le epoche della storia dell'arte dall'antichità alla modernità - egli identifica una serie di "elementi" costanti per cui storicamente l'opera d'arte si costituisce come tale (fine, materia prima, tecnica, motivo, relazione forma-superficie) e che, come nella struttura delle lingue storiche, si declinano in maniera diversissima a seconda delle necessità espressive che il tempo e il luogo richiedono.
Ecco, dunque, l'ambizioso progetto di questa grammatica storica, restato forse non per caso allo stato di abbozzo, e che tuttavia ci offre tutta una nuova serie di strumenti sofisticati per confrontarci con l'arte del presente e del passato.

Caractéristiques

  • Date de parution
    01/01/2017
  • Editeur
  • Collection
  • ISBN
    978-88-7462-155-2
  • EAN
    9788874621552
  • Format
    Grand Format
  • Présentation
    Broché
  • Nb. de pages
    350 pages
  • Poids
    0.68 Kg
  • Dimensions
    16,0 cm × 22,5 cm × 2,2 cm

Avis libraires et clients

Du même auteur

Les clients ont également aimé

Derniers produits consultés

Decitre utilise des cookies pour vous offrir le meilleur service possible. En continuant votre navigation, vous en acceptez l'utilisation. En savoir plus OK
41,30 €